Quando l’arte e la passione per il sociale uniscono non solo i destini, ma anche i territori. Sono questi i due motori che hanno tessuto un legame tra il Comune di Pontremoli e quello di Catania. Due luoghi lontani e diversi per numerose motivazioni, ma unite dalla presenza di due mondi paralleli al loro interno. Due luoghi in cui il tempo scorre diversamente, popolati da giovanissimi con un inizio di vita davvero difficile e problematico: due Istituti Penali per Minorenni, uno maschile, il Bicocca di Catania, e uno femminile a Pontremoli.

A tessere la trama tra i due IPM ci ha pensato l’arte e l’Associazione La Poltrona Rossa, che da anni opera all’interno delle due strutture con laboratori creativi, artistici ed artigianali. E proprio nei giorni scorsi, sabato 23 novembre, è stata inaugurata all’interno del Museo Civico Emilio Greco Belliniano di Catania una mostra collettiva delle opere realizzate dalle ragazze dell’IPM di Pontremoli e dai ragazzi del Bicocca di Catania.

Un modo, unico e significativo di unire le due realtà grazie anche ai fondi dell’Otto per mille della Tavola Valdese, del Ministero della Giustizia Dipartimento per la Giustizia Minorile e ai Centri per la Giustizia Minorile di Palermo e Torino.

Un progetto che anche per il 2020 ha già ottenuto i finanziamenti, e che quindi interesserà i giovani di Pontremoli e Catania impegnati, creativi e partecipi.

«Abbiamo deciso di celebrare l’avvio ai lavori attraverso una mostra collettiva – ha spiegato il presidente dell’associazione culturale, Ivana Parisi -, e, visti i temi trattati non c’era occasione migliore che inaugurare l’evento proprio nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che si celebra il 25 novembre di ogni anno».

L’esposizione propone una collettiva dei prodotti artistici e artigianali dei ragazzi e delle ragazze dell’IPM, e, tra le varie sezioni, prevalgono le riflessioni sul tema della violenza sulle donne. Ma non solo. Sarà infatti possibile ammirare anche opere che sono frutto di approfondimenti su alcuni grandi artisti della storia dell’arte moderna: da Van Gogh a Monet, da Degas a Rothko e molti altri.

E chi meglio di questi giovani può interpretare al meglio tali dinamiche, argomenti e artisti?

Pontremoli quindi sbarca in Sicilia direttamente dalle mani delle ragazze dell’IPM, attraverso i loro pensieri e il loro modo di interpretare il mondo.