Consulta della Famiglia

//Consulta della Famiglia
Consulta della Famiglia 2017-05-18T23:30:54+00:00

Con delibera del Consiglio Comunale n. 25 del 20.05.2013, il Comune ha approvato il regolamento disciplinante la Consulta della Famiglia

Finalità

Il Comune di Pontremoli, attraverso la Consulta della Famiglia persegue le seguenti finalità:

  1. promuovere e sostenere il valore della Famiglia intesa prioritariamente come società naturale fondata sul matrimonio nonchè come luogo di crescita e sviluppo della personalità e come risorsa primaria per una piena e soddisfacente qualità della vita di relazione individuale e sociale;
  2. promuovere e sostenere il ruolo sociale della Famiglia come soggetto attivo di interventi e politiche sociali, favorendo nel contempo l’aggregazione ed il coinvolgimento familiare attraverso forme specifiche di consultazione, il dialogo facilitato e fattivo con le Istituzioni, il libero associazionismo, la partecipazione alla realizzazione di progetti a valenza sociale e territoriale, la mutua solidarietà;
  3. promuovere e sostenere il nucleo familiare attraverso interventi a carattere socio-assistenziale, dedicando particolare attenzione ai soggetti più deboli ed esposti: bambini, adolescenti, anziani, familiari disabili e non autosufficienti;
  4. favorire la creazione di nuove Famiglie, sostenendo la procreazione e contribuendo altresì alla diffusione di una necessaria e condivisa cultura della responsabilità genitoriale;
  5. promuovere e tutelare il valore umano e sociale della maternità e della paternità promuovendo allo scopo interventi e sostegni di natura economica, culturale e sociale;
  6. promuovere e sostenere l’informazione e la formazione dei molteplici soggetti coinvolti nel complesso sistema relazionale di riferimento per le tematiche della Famiglia.

Funzioni

La Consulta svolge funzioni di impulso e sostegno alla realizzazione, da parte del Comune di Pontremoli, di politiche rispettose del principio di sussidiarietà e dei diritti della famiglia, con attività consultive, propositive e di attiva collaborazione alle politiche e agli interventi che il Comune rivolge alle famiglie.

Associazioni componenti la Consulta

Possono far parte della Consulta tutte le Associazioni del Privato Sociale che:

  • abbiano sede legale od operativa nel Comune di Pontremoli;
  • contemplino, tra i fini statutari, la promozione ed il sostegno della Famiglia, o abbiano, tra le loro finalità, il sostegno indiretto alla Famiglia, attraverso il supporto ai suoi componenti, con attenzione a situazioni di fragilità o di difficoltà esistenziale;
  • siano formalmente e regolarmente costituite;
  • siano dotate di autonomia ;
  • siano liberamente costituite a fini di solidarietà;
  • siano caratterizzate, per espressa ed attuata disposizione degli accordi degli aderenti, dell’atto costitutivo o dello statuto formalizzati, dall’assenza di fini di lucro, nonché di remunerazione degli associati, sotto qualsiasi forma;
  • siano altresì caratterizzate dall’elettività e dalla gratuità delle cariche associative, nonché dalla gratuità delle prestazioni personali e spontanee fornite dagli aderenti;
  • siano obbligatoriamente dotate di un proprio bilancio;
  • siano caratterizzate per la democraticità della struttura;
  • siano dotate di accordi, di atto costitutivo o statuto che prevedano inoltre i criteri di ammissione ed esclusione degli aderenti e l’indicazione dei loro obblighi e diritti

Possono aderire alla Consulta anche organismi del Privato Sociale che si caratterizzano per la precipua attenzione alle famiglie e che presentino fini statutari analoghi rispetto a quelli previsti per le Associazioni. La partecipazione alla Consulta è volontaria e gratuita.

Ammissione alla Consulta

Le Associazioni interessate a far parte della Consulta potranno esprimere la propria volontà di adesione, tramite apposita modulistica, indicando il nome della persona formalmente incaricata di rappresentare ciascuna di esse entro il 16.11.2013. Per tutto quanto non specificato nel presente avviso si rimanda all’allegato Regolamento.

Ogni eventuale informazione può essere richiesta all’ufficio politiche familiari

Allegati

Decreto Nomina Componenti
Decreto Nomina Componenti

(dim. 211 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

Fondo utenze disagiate - Integrazione
Fondo utenze disagiate - Integrazione

(dim. 72 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

LR 45-2013 Applicazione
LR 45-2013 Applicazione

(dim. 14 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

Modulo Consulta famiglia
Modulo Consulta famiglia

(dim. 9 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

Regolamento Consulta famiglia
Regolamento Consulta famiglia

(dim. 547 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

Regolamento fondo utenze disagiate
Regolamento fondo utenze disagiate

(dim. 163 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015

Sostegno famiglia
Sostegno famiglia

(dim. 62 KB) - ultima modifica: 14 giugno 2015