Lezioni di turismo all’Istituto Paolo Belmesseri di Pontremoli

//Lezioni di turismo all’Istituto Paolo Belmesseri di Pontremoli

La grande vocazione turistica del Comune di Pontremoli, da sempre caratterizzato dalla sentita accoglienza territoriale e cittadina, ben si sposa con l’esistenza di un indirizzo scolastico dedito proprio al turismo.
L’Istituto Paolo Belmesseri di Pontremoli da tre anni ha deciso di dedicare un indirizzo al settore turistico, ben conoscendo la grande potenzialità del territorio, di tutti i suoi siti storici, artistici e culturali, dei suoi itinerari e del contesto naturalistico in cui è inserito. Un valore aggiunto per il territorio intero, che va quindi a formare figure che, in futuro, potranno portare avanti tradizioni, usi e costumi.
I dati dell’anno appena concluso inerenti al turismo, testimoniano come l’Italia stia crescendo nel settore. Da sottolineare poi i grandi risultati raggiunti dal Castello del Piagnaro e dal Museo delle Statue Stele, che nel 2017 hanno “strappato” ben 16.708 ingressi, sfiorando il record dei 17mila e confermandosi il sito storico più visitato dell’intera Provincia.
Numeri che quindi vanno ad aggiungere importanza allo studio di questo settore: dall’accoglienza, alle guide, alle lingue e così via. Sono molte le sfaccettature che quest’indirizzo porta con sé e che possono davvero andare a fare la differenza.
L’Istituto Paolo Belmesseri ad indirizzo turistico, l’unico in tutto il territorio della Lunigiana, ha creato un programma formativo che copre il settore a 360 gradi: dalla produzione, alla commercializzazione dei servizi turistici, alla promozione del turismo in aziende, privati o Enti pubblici. Già durante gli anni scolastici effettuano percorsi di studio del territorio con professori ed esperti, collaborano in alternanza scuola – lavoro con Enti locali partecipando ad eventi come hostess. O come in occasione del Premio Bancarellino, quando come da tre anni a questa parte, faranno da guide turistiche agli studenti delle scuole che da tutta Italia giungono a Pontremoli per partecipare al famoso Premio.
E a dar manforte all’offerta formativa le materie scelte per l’indirizzo: non solo quelle classiche, ma anche lo studio di tre lingue straniere, inglese francese e spagnolo, arte e territorio, discipline turistiche aziendali, geografia turistica, discipline legislative turistiche.
Un indirizzo che anno dopo anno si sta via via rafforzando e che mira a diventare sempre più punto di riferimento per l’intero territorio. Anche grazie alla sua locazione, proprio sul cammino della Via Francigena.
Professionisti formati sul turismo, sulla gestione aziendale, preparati sul territorio e su tutto quello che fa parte del grande patrimonio di cui Pontremoli dispone. Un’opportunità grande e di importante valore, da conoscere e scoprire in tutte le sue numerose sfumature.

Ufficio Stampa

2018-01-23T11:06:28+00:00 23 gennaio 2018|