Incontro con il Comitato pendolari

//Incontro con il Comitato pendolari

«Dobbiamo tutelare chi ha deciso di vivere qui e che per lavorare deve viaggiare tante ore su un treno, per cui un ritardo può significare davvero un disagio». Sono queste le parole del Vice Sindaco del Comune di Pontremoli Manuel Buttini, che nei giorni scorsi, insieme all’Assessore Michele Lecchini ha partecipato ad un incontro a Borgo Val di Taro in cui i rappresentanti del territorio hanno incontrato il Comitato dei pendolari della tratta Parma – La Spezia. Ritardi, disagi, malfunzionamenti, coincidenze perse sono solo alcuni dei problemi che sono emersi, e che iviaggiatori hanno voluto rendere noti ai vari rappresentanti dei territori presenti: Pontremoli, Borgotaro, Berceto, Bedonia, Albareto e molti altri. Organizzato dal primo cittadino di Borgo Val di Taro Diego Rossi, l’incontro è stato solo il primo di un percorso condiviso, in cui i pendolari hanno richiesto agli amministratori di farsi portavoce dei disagi vissuti ogni giorno. Diverse le problematiche messe in evidenza: dal taglio di numerosi treni, allo stato fatiscente di alcuni mezzi, su cui spesso non funzionano gli impianti di riscaldamento e raffreddamento, i ritardi con cui spesso si trovano a perdere coincidenze o che significano timbrare più tardi il cartellino. E poi lo stato in cui verserebbero alcune stazioni, come quella di Pontremoli in cui, a detta dei viaggiatori, non funzionerebbe il riscaldamento. Per questo è stato chiesto ai propri rappresentanti comunali di fare da tramite per organizzare degli incontri con gli Assessori Regionali ai trasporti di Toscana, Emilia Romagna e Liguria, per chiedere di sostituire almeno i mezzi più usurati, di far rispettare in maniera più precisa gli orari tenendo conto di possibili coincidenze e delle esigenze di chi si trova a dover viaggiare ogni giorno. Per questo sarà redatto a breve un documento firmato da tutti gli amministratori presenti da inviare alle varie regioni con tutti i disagi emersi durante l’incontro e per richiedere a breve un incontro volto a capire cosa si può fare e come. «Qui ogni giorno centinaia di cittadini prendono il treno per dirigersi a scuola, all’Università, al lavoro – ha commentato il Vice Sindaco Buttini -. Sono persone che hanno deciso di vivere qui e che per farlo devono viaggiare. Per loro anche un ritardo di soli cinque minuti potrebbe rappresentare un problema. Noi amministratori dobbiamo tutelare loro e le esigenze che una vita in viaggio può comportare». «Tuteliamo chi viaggia anche nell’ottica di tutelare la montagna – ha aggiunto il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini -. Sono loro che la vivono ed è grazie alla loro presenza che diventa patrimonio per tutti».

Ufficio stampa

2017-11-03T10:00:22+00:00 3 novembre 2017|