Inaugurazione ponte di Pracchiola

//Inaugurazione ponte di Pracchiola

Un taglio del nastro dal grande valore paesaggistico, logistico ma anche emotivo nei giorni scorsi a Pracchiola, dove il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini ha sancito ufficialmente l’inizio di una “nuova vita” per la struttura romanica. Da tempo il ponte richiedeva ristrutturazione e messa in sicurezza. Tratto distintivo del territorio della Valdantena e molto caro agli abitanti che lì risiedono stabilmente, il ponte di Pracchiola oggi può tornare ad essere un punto di riferimento, e a dimostrazione dell’attaccamento della popolazione, il folto numero di presenti che hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione di domenica pomeriggio.
A fare gli onori di casa il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini, ma anche don Lorenzo Piagneri, originario della zona, il Lions Club, che ha contribuito alla ristrutturazione e molti cittadini che hanno voluto fare la propria parte per il progetto di sistemazione dell’amato ponte.
Era stato l’ingegnere Giampiero Mariotti a prendere per primo a cuore la causa, proponendola poi al Comune e al Lions. Insieme, in un grande esempio di sinergia e collaborazione, hanno deciso di mettere insieme le proprie forze e ridare vita all’antica infrastruttura. Suo il progetto e la direzione dei lavori, coadiuvato però dalla sicura esperienza di alcuni pensionati locali, che hanno messo a disposizione il proprio sapere per giungere al risultato.
E domenica il felice epilogo.
Una giornata serena, in cui a riempire la fresca ma non ancora gelida brezza che faceva da cornice, ci ha pensato questo quadro d’insieme perfetto: generosità, collaborazione, amore per il proprio territorio, valorizzazione del patrimonio naturalistico e storia, desiderio di gridare forte che la popolazione c’è, è attiva e pronta a mettersi in prima linea per salvaguardare quello che ha fatto la storia delle proprie origini.
Il nastro è stato tagliato tra sorrisi, orgoglio e tanta soddisfazione. Momenti che potrebbero anche servire come esempio, come spinta a eguagliare la popolazione di Valdantena, da parte di altre realtà locali.
«Grande esempio di volontà di essere parte di una comunità che si sente attiva e protagonista del proprio vivere quotidiano – ha commentato entusiasta il Sindaco Lucia Baracchini -. Grande momento da emulare per superare la diffusa tendenza a considerare gli eventi solo come dovuti da “altri”. Spero che, con un grande e univoco moto di orgoglio, altre competenze diffuse sul territorio facciano proprio un pezzetto del nostro bel territorio e creino le condizioni perché un’altra inaugurazione possa coronare momenti di cooperazione e sussidiarietà, dando, nel contempo, continuità, all’ancestrale senso di appartenenza e di bellezza che la nostra popolazione ha sempre dimostrato di avere».

Ufficio stampa

2017-10-25T09:50:55+00:00 24 ottobre 2017|