I CAVALIERI DELLE TERRE DI SAN COLOMBANO ARRIVANO A PONTREMOLI LUNGO LA VIA DEGLI ABATI

//I CAVALIERI DELLE TERRE DI SAN COLOMBANO ARRIVANO A PONTREMOLI LUNGO LA VIA DEGLI ABATI

I Cavalieri delle Terre di San Colombano approdano su suolo pontremolese. Percorrendo gli antichi sentieri tracciati dai pellegrini lungo la Via degli Abati che da Bobbio giunge proprio al Comune del Campanone, venerdì 11 Agosto i pellegrini saluteranno Pontremoli percorrendolo interamente a cavallo.
Furono i Cavalieri di San Colombano, i primi a tracciare e percorrere l’antica Via, e che ogni anno proprio in questo periodo rivivono l’esperienza degli antenati godendo di giornate a contatto con la natura, panorami e percorsi suggestivi e emozionali. Il dettaglio del percorso può subire, di anno in anno, leggere modifiche, proprio perché i Cavalieri vivono quest’esperienza in primis come attenzione al proprio cavallo. Per questo scelgono sempre i percorsi non lasciando mai al caso valutazioni importanti come le pendenze, la composizione del sentiero, la presenza dell’asfalto, cercando di garantire al cavallo una percorrenza quanto più gradevole e meno stressante possibile.
La partenza è prevista per sabato 5 agosto da Nibbiano in Val Tidone, per poi fare tappa a Bobbio, Mareto in Val Nure, Bardi, Borgotaro, Osacca e infine Pontremoli.
Nel primo pomeriggio scenderanno dalla località Casacorvi per arrivare in corrispondenza del ponte della Cresa da dove godere di una cornice d’eccezione. Dal Castello del Piagnaro, lungo tutto il centro storico, l’imponente Campanone e la cupola della Cattedrale, il torrente Verde e il paesaggio intorno assisteranno all’incontro tra i Cavalieri e il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini, che avverrà in Piazza della Repubblica, fulcro e cuore della città. Il Primo Cittadino darà il benvenuto ai quattordici pellegrini in un incontro con una valenza simbolica oltre che concreta, di un territorio che incontra il pellegrino, colui che lo ha vissuto lungo un percorso, assaporato in tutte le sue componenti. I Cavalieri poi sfileranno lungo il tratto che dal Castello porta alle piazze storiche, viale Cavour, sui ponti Stemma e Zambeccari fino al Convento dei Cappuccini, dove troveranno un meritato riposo e una chiusura in linea con il tracciato lento e meditativo percorso in sella ad un cavallo.
Pontremoli antico crocevia e punto strategico di passaggio per mercanti e pellegrini si prepara quindi ad accogliere gli eredi degli antichi Cavalieri che lasciarono in eredità questo importante percorso. Un tracciato che negli anni sta ottenendo un grande successo in termini di numeri e presenze. A piedi, in sella ad una mountain bike e oggi sempre più spesso a cavallo, il tracciato riscuote grossi riscontri per i panorami mozzafiato, per la buona segnaletica e anche per la sua ottima manutenzione.
Un ulteriore punto di forza, un tassello di un grande puzzle che fa di Pontremoli, così come è stato nei secoli precedenti, punto di arrivo e di partenza, di ristoro e meditazione. Un’accoglienza che da allora e sino ad oggi è rimasta immutata nel tempo.

Ufficio Stampa

2017-08-08T14:28:28+00:00 8 agosto 2017|