Al via la XIV Edizione di Medievalis

/, Primo Piano/Al via la XIV Edizione di Medievalis

Il Comune di Pontremoli sta per aprire le porte a menestrelli, giullari, spettacoli di fuoco, tornei, principi e bellissime dame. Sta per tornare Medievalis.

Dal pomeriggio di giovedì 16 agosto e per tutto il fine settimana con gran finale previsto per la serata di domenica, il centro storico del Comune di Pontremoli si prepara a compiere un salto indietro nel tempo, in un’epoca troppo spesso ricordata come “buia”, ma, in verità, ricca di suggestione, magia, creatività e spiritualità. Difficile descrivere cosa Medievalis rappresenti per la Città del Campanone ma anche per l’intero territorio. Quattro giornate in cui la quotidianità si ferma per lasciare spazio a tutto ciò che la “Compagnia del Piagnaro” ha preparato per tutti coloro che non vorranno perdersi l’intenso susseguirsi di eventi ed appuntamenti. Una quattordicesima edizione ricca di novità e pronta a sconvolgere gli animi dei partecipanti. Più spettacoli, più tornei, più vita nell’accampamento. Insomma, un Medievalis più ricco e ancor più prestigioso.

A fare da sfondo e contenitore della quattro giorni la rievocazione della venuta di Federico II, nel 1226, quando, in cammino verso la Terra Santa, fece tappa proprio a Pontremoli dove fu accolto con gioia e benevolenza. Ma la forza di questa rassegna, che ogni anno ritrova splendore e vigore, è l’insieme, è il quadro che riesce a racchiudere il tutto. Il centro storico si fa ambiente privilegiato in cui essere trasportati indietro di secoli, passeggiando tra bancarelle di artigianato incappando ora in un trampoliere, ora in un giullare, ora in un fauno. O tra i vicoli che portano al Castello del Piagnaro, in cui scovare strane e paurose creature. Nulla può essere dato per scontato a Medievalis: non gli appuntamenti, non gli spettacoli, non gli incontri o le sorprese. E quest’anno saranno davvero tante.

Si comincia giovedì 16 agosto alle ore 16, con l’apertura del mercato medievale lungo le vie del borgo, dell’accampamento medievale sotto al pittoresco ponte della Cresa e con l’avvio del corteo di popolane, cavalieri, dame che percorreranno tutto il centro storico accompagnati dal rullo dei tamburi e dalle melodie dei musicanti. Lo spettacolo della prima giornata si articolerà tra esibizioni di sbandieratori, disfide e spettacoli di fuoco. E non solo. Anche il Castello del Piagnaro aprirà le sue porte all’intera manifestazione, ospitando spettacoli di scherma, musica e teatro e coinvolgenti danze medievali.

Venerdì 17 la vita quotidiana del mercato medievale e dell’accampamento riprenderà alle ore 9 e si protrarrà per il resto della giornata. Non mancheranno le conferenze, come quella in programma alle ore 17 dal titolo “San Colombano, un uomo medievale per l’Europa di oggi”, a cura di Paolo Lapi. Alle ore 16.30 invece all’interno de “Lo verde bosco”, posto sotto il Ponte della Cresa e allestito dai Buffardelli della Lunigiana, prenderà vita l’area riservata a bambini di ogni età, che potranno divertirsi tra laboratori didattici e numerosi giochi insieme a cavalieri, principesse, giullari, streghe e folletti. Appuntamento che si ripeterà alla medesima ora anche nei giorni a venire. Lungo il centro storico poi ancora non mancheranno spettacoli, figuranti e combattimenti, così come nella giornata di sabato. Sarà proprio sabato, il terzo giorno quello in cui, alle 21.30 verrà accolto l’Imperatore Federico II, accompagnato da spettacoli di danze, sbandieratori, musici. Il tutto per dare degna accoglienza e giubilo alla popolazione.

Gran finale domenica 19 agosto ancora con numerosi spettacoli, conferenze, disfide e la proclamazione della contrada vincitrice tra Imoborgo, Contado e Sommoborgo alle ore 21.30 all’interno dell’accampamento.

E per finire, alle 23.15, spettacolo pirotecnico tra musica e scintille.

L’emozione e l’entusiasmo sono alle stelle per il taglio del nastro di questa quattordicesima edizione, che non lascerà spazio a rimpianti o desideri e che lascerà il visitatore, il turista ma anche il cittadino, con la sensazione di essere realmente entrato in una dimensione altra, fatta di magia e curiosità. Quattro giorni da vivere tutti d’un fiato, respirando a pieni polmoni l’atmosfera che Medievalis regala a Pontremoli e di cui il suo centro storico si alimenta quotidianamente.

La magia di Pontremoli si eleva all’ennesima potenza e tra i suoi vicoli e le sue piazze già si respira aria di festa. Non resta che avventurarsi e lasciarsi trasportare dal fascino che quest’epoca, ancora oggi, riveste per tutti noi.

Ufficio Stampa

2018-08-17T16:12:30+00:0017 agosto 2018|