Al via la seconda edizione Premio Pontremoli – Giovani per l’agricoltura di presidio

//Al via la seconda edizione Premio Pontremoli – Giovani per l’agricoltura di presidio

Il fine settimana del 14 e 15 ottobre a Pontremoli avrà le sfumature del gusto, dei sapori e delle tipicità. All’interno del contesto del Premio Bancarella della Cucina infatti, troveranno spazio diverse iniziative collaterali, tutte incentrate su tipicità e tradizioni.
Come il “Premio Pontremoli – Giovani per l’agricoltura di presidio”. In programma nella mattinata di sabato 14 ottobre e organizzato dalla Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) in collaborazione con Slow Food Toscana e “Fondazione Città del libro” e con il patrocinio del Comune di Pontremoli e di “Strategia Aree Interne”, ha lo scopo di premiare tutti quei giovani che, a causa della crisi, motivati da un ricambio generazionale o da una passione, hanno intrapreso il percorso dell’agricoltura tra il nostro territorio. Giovani che non si sono fatti abbattere dalla difficoltà di questo tipo di lavoro effettuato su un territorio difficoltoso come quello della montagna, che hanno creduto nelle proprie possibilità e in quelle di realtà che necessitano di lavoro e sicurezza.
Il Premio, giunto quest’anno alla seconda edizione è rivolto alle aziende agricole che si sono distinte nei settori compresi tra le categorie prese in considerazione.
Premio Difesa della Biodiversità, Premio Agricoltura Sociale, Premio Agricoltura Biologica, Premio Imprenditoria Femminile, Premio Eccellenze Agricole, Premio Eccellenze Agroalimentari, Premio speciale Istituti Tecnici Agrari, Premio Speciale la cultura della montagna in immagini o parole.
Queste le categorie per cui alle aziende agricole verrà riconosciuto un premio simbolico ma di grande valore.
Già dall’anno scorso, attraverso il “Premio Pontremoli” si era cercato di dare un segnale per far comprendere a tutti l’importanza dell’agricoltura di montagna, di chi investe in territori e contesti difficili ma che riescono comunque a fare agricoltura e allevamento di qualità valorizzando la cultura, la biodiversità, il paesaggio e l’ambiente. Senza dimenticare un fattore fondamentale come la manutenzione. Chi fa agricoltura infatti, contribuisce alla manutenzione e alla pulizia di un territorio spesso troppo fragile e bisognoso di cure costanti e dettagliate.
Le aziende, circa sessanta le candidature arrivate da tutta la Regione Toscana, sono state valutate seguendo i criteri dell’innovazione, degli investimenti, metodologie utilizzate e obiettivi. L’appuntamento con “Premio Pontremoli – Giovani per l’agricoltura di presidio” è per sabato 14 ottobre alle ore 10 all’interno del Teatro della Rosa. A dare il via al tutto i saluti delle autorità presenti, a cui seguirà l’intervento “Il coraggio di restare”, la premiazione delle aziende ed una degustazione di prodotti tipici.
Una giornata all’insegna dell’amore per il territorio e per i suoi sapori, all’interno di un prestigioso contesto culturale, che darà il valore aggiunto a questo fine settimana intriso di amore per le nostre realtà e per tutto quello che rappresentano.

Ufficio stampa

2017-10-04T13:54:22+00:00 4 ottobre 2017|