Anche a Pontremoli lunedì 16 settembre hanno preso il via le scuole di ogni ordine e grado. Un avvio regolare e positivo per tutti i plessi scolastici del territorio, che hanno così inaugurato il nuovo anno dopo le lunghe vacanze estive.

Novità del 2019/2020, l’accorpamento dei due istituti professionali della Lunigiana, Istituto di Istruzione Superiore P. Belmesseri e A. Pacinotti che segna così una svolta anche nella suddivisione territoriale delle scuole superiori.

A dare il benvenuto a tutti gli studenti delle secondarie di secondo grado ad indirizzo professionale il Dirigente Scolastico di entrambe, Professoressa Lucia Baracchini, che nella mattinata di ieri ha voluto incontrare tutti gli alunni all’interno del Teatro Cabrini, dove ha potuto così spiegare la composizione della nuova Dirigenza e le linee programmatiche dell’appena cominciato anno scolastico.

Si delinea così la suddivisione delle scuole superiori, scisse appunto tra il polo professionale formato da Belmesseri e Pacinotti, e il polo liceale, che comprende tutti i licei della Lunigiana.

Comincerà a breve anche il servizio mensa per tutte le scuole del Comune di Pontremoli: per l’Istituto Tifoni, cioè per la scuola primaria di primo grado, la mensa comincerà a partire dal prossimo 23 settembre; per la Scuola dell’Infanzia l’avvio è fissato per il 30 settembre, mentre per l’Istituto P. Ferrari, cioè per le scuole secondarie di primo grado, il servizio prenderà il via dal prossimo 1 ottobre.

«Con il suono della prima campanella i nostri ragazzi, piccini e grandi, hanno potuto riprendere il filo del loro percorso di crescita – ha commentato il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini -, sotto l’occhio vigile dei loro insegnanti, portando vita e positività nei diversi edifici scolastici della città.L’augurio più sincero che io possa rivolgere all’intera comunità scolastica è quello di vivere la scuola come luogo di esperienza e di emozioni, sempre pronto ad accogliere e coccolare ciascuno studente con l’obiettivo di poter contribuire a donare al domani cittadini consapevoli, responsabili e attivi.Colgo l’occasione per comunicare, con particolare orgoglio, che nella seconda metà di agosto la scuola di via Martiri è stata oggetto di un rigido controllo in quanto frutto di un finanziamento Bei e mi fa piacere riportare che gli ispettori hanno apprezzato molto le scelte di costruzione, architettoniche e funzionali dell’intera struttura, arrivando a complimentarsi con tutti coloro che hanno contribuito per raggiungere l’obiettivo, dagli uffici del Comune alle ditte che lì hanno lavorato, arrivando a ridare alla città un importante punto di riferimento per l’istruzione e la formazione!».

Ufficio Stampa